Vit.En

Diradamento

Introduzione

Si tratta di un’operazione eseguita manualmente, di solito nel periodo post-invaiatura. Consiste nell’asporto di una frazione più o meno importante di grappoli (o porzioni di grappoli) su una singola pianta al fine di equilibrare i rapporti Source / Sink, ovvero l’apparato vegetativo con quello produttivo.

Ricerca per Tag: Diradamento

Fattori che influenzano gli antociani nelle uve Nebbiolo e Sangiovese.

di Dora Marchi, Giacomo Mazza, Patrizia Cascio, Luigi Dagna.Vitenda 2013Una prova condotta da Enosis ha analizzato le influenze di clima e tecniche colturali e di vinificazione sul profilo antocianico di due esigenti varietà di uve.

"Occhi" diversi per guardare il vigneto.

Simone Lavezzaro, Stefano Gozzelino, Stefano Ferro, Albino Morando Da Vitenda 2012 Oggi le aziende viticole hanno a disposizione mezzi innovativi per ottenere le mappe di vigoria dei propri vigneti come il rilevamenato aereo e satellitare [...]

Effetto diradante dei fitoregolatori: esperienze condotte in Trentino

Roberto Lucin, Francesco Fellin, Maurizio Bottura Vitenda 2011 Per ottenere uve sane ed esenti da botrite e marciumi, soprattutto in varietà dal grappolo compatto, vi sono varie modalità d'azione, tra cui il diradamento [...]

Un sistema naturale per l'acidificazione di mosti e vini

Di Celotti E., Fiorini P., Cantoni S., Marino S. Da Vitenda 2009

Il diradamento dell'uva

Di Silvia Guidoni Da Vitenda 2005 La rivalutazione delle operazioni colturali nel vigneto, di quelle estive in particolare, a cui si sta assistendo da alcuni anni a questa parte, ha come finalità l’ottenimento di [...]
Pagina: <<1
2