Vit.En

Escoriosi

Sintomi

Sintomi su foglia. Phomopsis viticola si manifesta su foglia con puntinature necrotiche attorno alle quali si sviluppa un alone clorotico. L’apparato fogliare viene interessato solo con pressioni infettive molto elevate ed in presenza di favorevoli condizioni climatiche. Sono soprattutto le foglie basali a manifestare la tipica sintomatologia (Gubler e Leavitt, 1992).

Sintomi su grappolo.  La necrosi corticale si riscontra raramente su grappolo; quando viene colpito può presentarsi spargolo in seguito agli aborti fiorali primaverili, con acini poco turgidi che assumono una colorazione violacea dopo l’invaiatura e possono ricoprirsi di punti scuri che rappresentano i pcnidi; il rachide si presenta imbrunito (Emmett et al., 1998).

Sintomi su germoglio e tralcio. Phomopsis viticola presenta i sintomi più evidenti proprio sul germoglio verde e ancor più su tralcio lignificato. Gli attacchi primari interessano solitamente i primi 4 – 5 internodi dei tralci di 1 – 2 anni, sui quali compaiono piccole macchie scure al centro che si estendono originando fessurazioni longitudinali larghe pochi millimetri, di colore violaceo o brunastro, che possono confluire e causare la rottura dei sarmenti. In genere tali lesioni sono costellate da tacche più chiare di dimensioni variabili. In corrispondenza delle aree colpite si osserva l’imbiancamento dei tralci e la formazioni di punti neri che costituiscono i corpi fruttiferi (picnidi) del fungo. Durante la potatura invernale la presenza della malattia può essere rilevata osservando i tralci colpiti che appaiono scoloriti con epidermide grigio biancastra ricoperta di picnidi nerastri. La base dei tralci, prevalentemente nella zona degli internodi, presenta tacche nerastre lunghe fino a 5 cm, isolate o confluenti. Nel corso degli attacchi primaverili si può avere
l’aborto delle gemme, con la comparsa di tralci nudi facilmente identificabili. Intorno alle gemme si formano degli imbrunimenti che possono estendersi fino agli internodi e si ricoprono di picnidi (Pine, 1959).

 

Ricerca per Tag: Escoriosi

SARMENTI E MALATTIE DELLA VITE

di Albino Morando, Fabio Sozzani, Simone Lavezzaro In un passato non così remoto (metà Ottocento quando la robinia si è instaurata in Europa, consentendo di produrre legna da ardere anche in zone precedentemente poco [...]

Il risveglio vegetativo. Corriere vinicolo n. 13 2008

Il freddo primaverile, i tagli di potatura, l'escoriosi e le nottue gli approfondimenti di questo nuovo capitolo delle stagioni del vigneto di marzo aprile.

Escoriosi, un male misterioso o sottovalutato.

Fabio Burroni, Marco Pierucci Da Millevigne n. 1 del 2013 Si presentano gli agenti responsabili dell'escoriosi, malattia fungina della vite, nonché i metodi di prevenzione e difesa del vigneto.