Vit.En

Black rot

Danni

Danni quantitativi. Certamente il calo di produzione, specie in caso di infezioni importanti è da sottolineare. Frequentemente si verificano attacchi parziali che influiscono poco sulla quantità prodotta. 

Danni qualitativi. Come evidenziato per la peronospora della vite, il danno diretto non è eccessivamente importante ai fini qualitativi, specie per l’uva da vino, in quanto gli acini che disseccano vengono in parte eliminati durante la pigiatura e comunque non ospitano ulteriori patogeni che possano inficiare la qualità del vino. In caso di forte pressione infettiva conviene comunque eliminare i grappoli molto colpiti in modo da evitare eccesso di tannicità. Il danno sulla foglia, quando particolarmente forte, diminuisce la superficie fotosinteticamente attiva, con ripercussioni negative sulla fisiologia della pianta e l’accumulo di metaboliti nel grappolo. È pur vero che, solitamente, si tendono ad avere sintomi più evidenti sul grappolo, che non sull’apparato vegetativo.

 

X

Ricerca per Tag: Black rot

Black rot: uno sgradito ritorno.

Di Mauro Eugenio Maria D'Arcangelo Da Vitenda 2012 Si descrivono sintomi, ciclo epidemiologico e difesa contro il Black Rot o marciume nero, fitopatia causata dal fungo Guignardia bidwelli.

Black Rot, nuova ampelopatia in Friuli Venezia Giulia

di Ivano Clabassi Consigli per riconoscere e combattere il marciume nero o “Black Rot”, il cui agente patogeno ebbe origine in America e venne segnalato in Italia nel 1974. Osservato in Friuli a partire dal 1985 sta causando danni [...]

Peronospora e black rot: sintomi a confronto.

di Laura Mugnai e Pietro RinaldiVitenda 2013I  due autori forniscono utili consigli per l'identificazione corretta dei sintomi di Plasmopara viticola, in quei casi in cui è facile confonderla con Guignardia bidwellii.

Marciume nero o black rot della vite

Fabio Burroni, Marco Pierucci Da Millevigne 1 2014 Ecco un ritratto a tutto tondo del Black rot, malattia fungina della vite: come si sviluppa e manifesta e quali sono le stretgie per prevenirla e combatterla efficacemente.